mercoledì 27 gennaio 2010

Ode to my kitchen

Questo post è interamente dedicato alla mia cucina, cuore pulsante della Bucolica Casa Campestre, e stanza che più mi rappresenta.

Quando io e il Mio Contadino del Cuore stavamo scegliendo l'arredamento della Bucolica Casa Campestre, le stanze a cui abbiamo dedicato maggiore attenzione e cura dei dettagli sono state la conviviale taverna, dove trascorrere le nostre lunghe serate con gli amici, e la mia amata cucina.


Concordavamo sul fatto che la cucina è la stanza più vissuta all'interno di una casa e che quindi era necessario scieglierla con attenzione, cercando di trovare il giusto compromesso tra praticità ed estetica.

Entrambi non amiamo l'arredamento moderno e asettico, prediligendo le atmosfere calde e accoglienti ed il legno vivo a quello laccato o alla formica.

Tuttavia non volevamo rischiare di scegliere qualcosa di troppo classico che si avvicinasse allo stile "casa della nonna".

Poi un giorno il Mio Contadino del Cuore scopre il sito di un artigiano che vende cucine provenzali in muratura.. ed è subito amore a prima vista.

Purtroppo le difficoltà attraversate per averla sono state numerose (e non è questo il luogo adatto per discuterne)... basti pensare che avrebbero dovuto consegnarci la cucina a marzo del 2008, noi ci siamo trasferiti nella Bucolica Casa Campestre a giugno 2008 e la cucina ci è stata consegnato a metà agosto 2008...ma ogni volta che con orgoglio la mostro a qualcuno penso che ne sia valsa veramente la pena.

Abbiamo cercato di armonizzarla il più possibile con il grosso camino costruito dal papà del mio Contadino del Cuore e per tanto già presente nel locale.

Abbiamo scelto dei colori caldi che riscaldassero le lunghe e fredde sere d'inverno e che ricordassero le aurore che vedevamo dal finestrino dell'auto mentre il Mio Contadino del Cuore mi riaccompagnava a casa all'alba in quella gentile primavera in cui ci siamo innamorati.

La mia cucina per me è Casa.


La mia cucina è la stanza dove preparo fragranti torte e croccanti pizze... in cui sorseggio tè con le amiche... dove mi piace tenere la mano del Mio Contadino del Cuore mentre ceniamo... dove fingo di arrabbiarmi tutte le volte che la Bìa sale sul tavolo... in cui mi piace chiacchierare con mia mamma al telefono... dove mi piace cucire anche se ho una stanza apposta per farlo (la mia crafting room, un giorno vi parlerò anche di lei..)...
P.S.I tulipani arancioni, ritratti nelle foto al centro del tavolo, me li ha regalati ieri sera il Mio Contadino del Cuore nonostante la sottoscritta non se li meritasse per niente... ma il Mio Contadino del Cuore ha tanta pazienza e un cuore abbondante e generoso...
P.P.S. ovviamente, l'ultima foto del post, a differenza delle altre, non è stata scattata ieri sera... ancora non ci possiamo permettere un riscaldamento talmente alto da girare per casa in maglietta in gennaio...

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Speriamo che stirandola non sparisca a destra e si formi a sinistra. Ma mi hai riconosciuto o no?

Pisi ha detto...

Si, credo tu sia la mia zietta preferita, la fatina buona... ho indovinato?

Anonimo ha detto...

no.mi spiace non sono nè la zietta , nè la fatina buona. Però è il colmo che tu non riconosca la tua mammina spiritosetta

Pisi ha detto...

Sto veramente messa male...chiedo perdono!
Che piacere ricevere la tua visita, Pili cara!

Lavi ha detto...

Finalmente ho trovato un posto dove scrivere su questo blog...diciamo che questo blog è proprio da Prncipessa sul Pisello è????Ma tutto sommato la Bia è bellissima..anche se non altrettanto simpatica...e..la foto che c'è all'inizio è bellissima!!;OPPPPPPPPPPP