lunedì 18 ottobre 2010

Di un'uggiosa domenica autunnale

Ieri è stata forse la prima vera domenica d'autunno: ha piovuto quasi per l'intera giornata, la temperatura esterna non è mai salita sopra i 10°, una nebbiolina ha aleggiato nell'aria sfumando i vividi colori tipici di questa stagione e ovattando l'atmosfera.
Il mio Ulisse ha trascorso l'intero week end impegnato con lo studio, la Bìa gli faceva compagnia sonnecchiando pigramente sulle sue gambe.. e io?
Io ho cucinato!
Era da tempo che non trascorrevo una domenica così: non ho messo il naso fuori di casa e ho trascorso la giornata tra i fornelli nella mia cucina e mi sono divertita e rilassata tantissimo!
Adoro cucinare quando non vi è alcuna fretta, quando non devo correre e fare cinquemila cose contemporaneamente controllando ogni due per tre l'orologio...
Per prima cosa ho preparato il pesto!
La piantina che avevo sul balcone era ormai sofferente e così prima di sradicarla dal vaso, ho raccolto tutte le foglioline
le ho messe nel mini pimer

con olio e grana


e stasera ceneremo con un bel piatto di trenette al pesto!

Poi, per pranzo ho preparato il risotto con zucca e zola, una delle mie specialità!

Purtroppo non sono riuscita a fotografare il risotto a preparazione ultimata: quando mi è venuto in mente di farlo era già finito! Dopo il risotto abbiamo mangiato qualche castagna proveniente dal giardino dello zio Nino che la Disegnatrice di Stoffe aveva fatto bollire con una foglia di alloro.

Nel pomeriggio ho preparato la frutta cotta.

Io adoro la frutta cotta! L'anno scorso la preparavo quasi tutte le domeniche, per tutto l'inverno, fino a primavera inoltrata. Quest'anno è la prima volta che la preparo. Mi piace mangiarne una ciotolina appena scaldata con una spolverata di cannella mentre mi accoccolo sul divano vicino al mio Contadino del Cuore a fare i grattini alla Bìa dopo cena mentre ci guardiamo un bel film.

Prima di cena ho preparato una tortino semplice semplice da portare il giorno dopo al lavoro per addolcire il lunedì mattina alle mie colleghe.

La parte più golosa e divertente del preparare le torte è quando hai versato l'impasto nello stampo e ne rimane un po' nella ciotola... io la ripulisco completamente: l'impasto crudo mi fa impazzire!!!

Le mie colleghe sono state felicissime perché la torta era davvero buona (anzi è davvero buona, al momento è sotto la mia scrivania e non è ancora finita, ne è rimasto un angolino, ne volete un fettino da inzuppare nel tea?)!

Ed infine per cena, avendo già acceso il forno per la torta, ho cucinato la pizza per me e il mio Ulisse


Non mi è venuta benissimo come al solito, ma era da un po' che non la facevo (per lo meno non nel mio forno) e devo riprendere la mano!

E voi? Come avete trascorso la prima vera domenica d'autunno?

Vi piace cucinare? Vi rilassa? E quali sono i vostri piatti forti?

4 commenti:

Margherita ha detto...

Prima domenica di vero autunno: figlio ammalato!! Non ho cucinato a parte una dose industriale di minestrone fatto con le verdure tagliate grosse e la zucca da scaldare poi con i crostini o da fare con il riso .... doveva durare 4 pasti, in due era già finito, spazzolato fino all'ultima goccia, alla faccia della febbre!!
Ciao
Margherita

Daniela B. ha detto...

Ciao Pisi, anche a me piace molto cucinare, adoro fare torte, muffins e biscotti (soprattutto ora che é autunno ed uso la mia adorata cannella!!).Ma la mia specialità sono i piatti un po' etnici, mi piace la cucina indiana e tentare di riproporre ricette orientali in generale!
Un abbraccio gigante e buona continuazione di autunno!

Grazia ha detto...

eh ma che meraviglia!!!! mi hai fatto venire l'acquilina!!!!grazie mille per il commento sul nuovo blog! che bellissime le foto della tua bia, sono uno spettacolo! senti ma com'è il libro su jane austen che stai leggendo? l'avevo addocchiato in libreria e potrei farci un pensiero!
un bacio
Caillean-Grazia

la Dama del Bosco ha detto...

leggerti è un piacere per gli occhi oltre che per l'anima, che meraviglia, ma sei bravissima altro che! :)