venerdì 8 ottobre 2010

Paura del buio

Sono un po' giù in questi giorni... un misto di angoscia, tristezza, malinconia e impotenza forma un nodo alla gola.. quel terribile fatto di cronaca nera che in questi giorni riempie le prime pagine di tutti i quotidiani mi ha riportato con violenza a ripercorrere, rivivere e ricordare quei giorni in cui un terribile fatto di cronaca nera, che ha colpito molto da vicino e nel profondo la mia famiglia, era sulle prime pagine di tutti i giornali...
Credo sia ancora più terribile quando il male è nel nostro piccolo mondo e fa parte della nostra quotidianeità... uno zio, i vicini di casa...
Ieri sera ero proprio giù, avevo la testa sottosopra, la lacrima facile e mi spaventavo per niente... avevo paura della mia ombra... ed è tornata la fobia del buio e di stare da sola... per fortuna il Mio Contadino del Cuore è venuto a letto con me, e non mi ha raggiunto, come succede sempre più spesso ultimamente, a mezzanotte e mezza, la una, quando ormai io dormo profondamente...così mi sono potuta aggrappare a lui come ad un salvagente, calmare il mio respiro e il mio battito e riuscire a prendere sonno...
Oggi va un po' meglio ma ancora una volta, per un po', cercherò di stare lontano da quotidiani e telegiornali...

2 commenti:

Argante del Lago ha detto...

Un abbraccio sicuro è quanto di più desiderabile vi sia... sii serena con lui, che bello sapervi così! :)

A Salem nessuno fece del male, morì di un sarcoma al collo, un brutto tumore... lottammo per due anni ma alla fine si spense. Ma io so che è sempre con me. Casomai ricordiamoci tutte di non far vaccinare i gatti nel collo ma solo nei fianchi.... pochi lo sanno ma questo tipo di sarcoma si chiama anche vaccinale...

Un abbraccio tesoro
Argante

Federica ha detto...

Cara dolcissima Ari ... ti abbraccio forte ...

Fede