martedì 2 novembre 2010

Buono come il pane

Questo week end un po' più lungo del solito (ci voleva!) è stato morbido e languido come un delicato maglione di lana!
Ha piovuto la maggior parte del tempo e io ne ho approfittato per fare un po' di shopping (ho comprato degli stivali fantastici!) fare un po' di coccole al mio contadino del Cuore e al mio gateau di patate (ovvero la Bìa), trascorrere un po' di tempo con la mia famiglia, e... cucinare!!!!
A parte uno squisitissimo risottino con brodo di carne, funghi freschi tagliati a cubetti e salsiccia del Piemonte che è venuto buono, ma talmente buono che mentre lo mangiavo mi facevo i complimenti da sola!!! ;)

Dicevo, a parte il risottino, il Mio Contadino del Cuore ed io abbiamo fatto il pane in casa!
Solo scriverlo mi fa sorridere!

In realtà non l'abbiamo proprio fatto noi con le nostra manine, e il lievito madre, e il tempo di levitazione ecc... come uno stile di vita bucolico vorrebbe...
Ma l'abbiamo fatto con Severin, la macchina per fare il pane direttamente a casa tua!

L'avevano regalata qualche anno fa i miei genitori a mia nonna e dato che praticamente non la utilizzava mai le ho chiesto se poteva prestarmela, che volevo provare a fare il pane.
E così domenica sono arrivata a casa, e dopo aver acquistato farina e lievito fresco abbiamo provato, il Mio Contadino del Cuore ed io, a fare una pagnotta dolce con miele e uvette.

Il risultato è stato abbastanza buono, la pagnotta esteticamente si presentava abbastanza bene...

il profumo era invitante, il sapore delicato ma purtroppo non era lievitata come avrebbe dovuto e l'impasto era un po' "gnucco"...


Poi, più tardi abbiamo provato a preparare il pane con le olive...

questa volta esteticamente non si presentava abbastanza bene, sembrava non fosse riuscito a lievitare come avrebbe voluto, ma l'impasto appariva più leggero, friabile e morbido, il profumo ottimo e il sapore... buono ma sembrava non cotto al punto giusto e si avvertiva forte un retrogusto di latte (aggiunto in piccola quantità nell'impasto, come da indicazioni del ricettario della macchina).

Ieri poi, presi dall'entusiasmo per questo nuovo giocattolo, abbiamo deciso di acquistarne uno tutto nostro. Abbiamo trovato in offerta questo modello all'Ipercoop, l'abbiamo acquistato insieme ad un nuovo tipo di farina e dal lievito secco in bustina e siamo corsi a casa, sotto una pioggia scrosciante, ad inaugurare la nostra macchina, a perfezionare procedimento e ricetta e a sfornare la terza pagnotta nel giro di due giorni.

Il risultato è nettamente superiore ai primi due, complice sicuramente un ricettario più completo e dettagliato, un tipo di farina più adatto e il lievito in bustina.
La pagnotta esteticamente è dorata e ben lievitata, l'impasto è soffice e fragrante, leggermente croccante la crosta.

Ora però dobbiamo affinare la tecnica, e poi voglio specializzarmi nella preparazione di sfiziose pagnotte dolci e salate impastate con i più svariati ingredienti e poi ho promesso a mia sorella, intollerante al lattosio, che quest'anno potrà festeggiare anche lei il Natale con una bella fetta di panettone, preparato da me! Il ricettario contiene infatti una ricetta per preparare un dolce, con canditi, uvetta e zucchero in superficie, molto simile al panettone, e preparandolo io, potrò sostituire la quantità di latte vaccino indicata con del latte di riso!

1 commento:

Margherita ha detto...

Acquisto superlativo!! Ho anch'io la macchina del pane da un paio d'anni e praticamente il pane me lo faccio sempre in casa, che sia la pagnotta cotta nella macchina o il solo impasto da cuocere in forno, ma è sempre fantastico mettere il tavola il "nostro" pane.
Buoni esperimenti!!
Ciao
Margherita